Sono preoccupato per te

Ciao,

Ti scrivo queste poche righe perché sono davvero preoccupato per te.

Ovviamente lo sono principalmente per la tua salute e, proprio per questo, spero tu stia al sicuro ed in casa, ma lo sono anche e soprattutto per i tuoi risparmi.

Lo sono per via di questa crisi che stiamo vivendo.

Il problema è che, probabilmente non sono riuscito a trasmetterti la grande opportunità che si cela dietro questo momento che stiamo vivendo sui mercati.

Questa crisi, per quanto singolare in quanto colpisce i due ambiti più importanti per ogni essere umano: salute e risparmi, non avrà un esito diverso da tutte quelle che l’hanno preceduta e che la seguiranno: finirà.

Ce lo dice la storia e credo che la frase di Warren Buffett che segue centri bene il concetto

Sono certo che questa crisi passerà come le altre per moltissime ragioni, tutte oggettive e non legate ad un semplice ottimismo di facciata.

Mi supportano i dati.

Non solo quelli legati alla storia dell’economia reale del mondo, il famoso Grafico Rosso & Blu che, sono certo, ti ho mostrato mille volte, forse lo hai dimenticato, meglio ripetere per ribadire

Volendo fare delle riflessioni si nota che la linea, andando verso destra continua a salire, nonostante i periodi blu e che le fasce rosse, quelle di crescita, sono nettamente di più e più ampie.

Inoltre, in questo momento abbiamo dei vantaggi che nelle crisi precedenti non potevano essere messi in moto.

Nelle correzioni precedenti, infatti, non c’erano ancora gli strumenti che abbiamo oggi e te li vado ad elencare:

Tecnologici. Ci sono dei programmi impostati in precedenza che velocizzano le operazioni di acquisto e vendita esattamente al prezzo stabilito. Con una precisione ed una velocità mai conosciuta fino ad ora

• Coordinati. Le banche centrali, i governi, le organizzazioni sovranazionali non sono mai state così sincronizzati nel voler trovare una strada per uscire migliorati da questa situazione

• Orientati. È chiaro a tutti che le imprese devono avere gli aiuti ed i capitali è lì che stanno convergendo.

L’importante è che tu abbia una diversificazione il più ampia possibile, proprio per riuscire a non essere legato in maniera eccessiva ad un settore, ad un paese o ad una moneta.

Perché senza una corretta pianificazione finanziaria, ben diversificata, il tutto non funziona!

Questa grande opportunità, che ora inizi a vedere anche tu, si nasconde però dietro una grande paura.

La paura è un sentimento legato ad un evento improvviso, sconosciuto e fuori dal nostro controllo, esattamente come la correzione che caratterizza i mercati da tre mesi a questa parte.

Un altro lato di questa emozione è che è soggettiva.

La volatilità, il fare su e giù dei mercati è l’elemento che ha spaventato tutti, anche per via della sua velocità, ma è la caratteristica che puoi sfruttare a tuo vantaggio.

Per farlo devi decidere di iniziare a portare al sicuro i tuoi soldi in maniera tale da farli lavorare al meglio per te, sotto tanti punti di vista e prenderti un bel vantaggio iniziando ora, in questo momento propizio, una pianificazione finanziaria

Negli investimenti a cui eri abituato prima, e che magari in buona parte hai ancora (case, reddito fisso, obbligazioni o monetario) la volatilità è stata sempre vissuta in maniera del tutto diversa dalla volatilità che ci può essere, e lo stiamo vedendo in questi giorni.

Nel mondo delle azioni, quello che sta ha preso i colpi peggiori in questo momento, e che ti ricordo essere niente altro che il mondo della vita reale (il tuo telefono, la tua auto, il tuo orologio compongono gli indici azionari) il resistere alla volatilità mantenendo i nervi saldi PREMIA.

Sempre.

Purché si abbia il giusto comportamento, la giusta reazione ad un momento del genere.

I rendimenti, infatti, sono fatti più dai comportamenti che non dai mercati.

Lo diceva molto bene Benjamin Graham, mentore di Warren Buffett

Torniamo alla paura.

Rischiamo di sprecarla, mettendone troppa dove non serve e troppo poca dove invece ne servirebbe di più.

Ci esponiamo troppo per il mercato azionario, che nel lungo periodo premia sempre, e, magari, troppo poco per qualcosa di davvero imponderabile, tipo i cambiamenti climatici.

I mercati della vita reale di tutto il mondo quando si scatena la paura generalizzata non fanno altro che comprimersi, come una molla, ma cosi come una molla sono pronti a scattare, rimbalzare e spingersi verso l’alto con una rapidità ed una poderosa potenza che in passato potevamo solo sognare.

La mia paura, però, resta.

La paura che non ti abbia trasmesso quanto sia importante questo momento.

Proviamo a fare un viaggio nel tempo.

Troviamoci tra un anno. Guardando indietro cosa penserai di questo momento sui mercati? Il rimpianto di non aver usato a tuo vantaggio una correzione di questo tipo sarà l’emozione prevalente?

Per provare a farti “vedere” nel futuro ti allego la foto di un articolo del Sole 24 Ore datato 04 Giugno 1988, 32 anni fa.

Hai letto con attenzione le parole scritte da questo risparmiatore?

Rileggile.

Ci troviamo in una situazione simile, anzi, migliore, per i motivi che ti ho elencato poche righe sopra.

Questa congiuntura sarà favorevole per i tuoi soldi solo se inizi davvero a mettere in atto un piano di risparmio per te, la tua famiglia ed i tuoi cari.

Iniziando anche con una piccola somma accantonata tutti i mesi e ben diversificata e con un piano per il tuo risparmio

Voglio salutarti, infine, con una suggestione artistica:

La Verità svelata dal Tempo del Bernini.

Il suo significato si adatta perfettamente anche a questi tempi moderni.

L’artista, attraverso il marmo, ci vuole comunicare che il tempo, invisibile, produce i suoi effetti andando a scoprire, a rivelare, la verità.

Tra qualche tempo guarderemo a questa crisi con distacco, così come guardiamo oggi quella del 2000, delle “.com” e delle Torri Gemelle, o quella del 2008 dei debiti sovrani e del fallimento della quarta banca d’affari americana.

La vera questione è: cosa avrai fatto tu in questo periodo per i tuoi risparmi?

Qui, alla fine di questa mia lettera si aprono 3 strade.

1. Restare fermo. Non agire. È una scelta anche il non scegliere. Non avrai dato retta al tuo “medico del risparmio” ed avrai atteso, come fai sempre, tempi migliori, non riuscendo ad afferrare che i tempi migliori sono proprio questi!

2. Ascoltare i consigli degli “amici”. Dare retta a persone che non fanno il mio mestiere e che, con molta probabilità, sono informati in maniera superficiale, non hanno accesso a notizie e letture corrette e che, di questo sono certo, non parlano conoscendo approfonditamente la tua condizione e non ti consigliano per il meglio.

3. Prendere appuntamento con me per parlare di come muoverti con fiducia in questo momento. Analizzando i numeri, e non le voci che ti bombardano di continuo per afferrare a piene mani questo momento ed iniziare a fare la cosa migliore per mettere in cassaforte il tuo capitale e farlo prosperare.

Quale sarà la TUA verità che il tempo svelerà tra poco?

Simone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.