A come Azione

Chiariamoci subito le idee con la definizione presa da Wikipedia:

“L’azione è un titolo rappresentativo di una quota della proprietà di una società.”

Ok, ora rileggilo…ancora una volta…perfetto.

Quindi quando compri un’azione sei socio, ovvero partecipi ai dividendi, ma anche alle passività della società di cui sei diventato SOCIO. A questo proposito ti invito a non perdere la prossima uscita nella quale si parlerà di Banca, magari ti chiarisco meglio il concetto, ma proseguiamo…

Warren Buffet dice: si devono giocare in borsa solo i soldi che si è disposti a perdere…

Il mondo si distingue in due grandi categorie: chi distingue il mondo in due grandi categorie e chi non lo fa…

Scherzo.

Per quanto riguarda le azioni si divide tra quelli che

“le azioni sono pericolose, gliele hanno vendute in Banca e ha perso settordici mila euro”

e quelli che “io faccio trading e guadagno centofuffoli euro al giorno”

Io non ho la verità in tasca, ma suppongo che stia nel mezzo.

Certamente sono uno strumento pericoloso. Si perdono soldi, o si guadagnano a palate, ma il secondo caso riguarda o chi è sfacciatamente fortunato e “becca l’onda giusta” o chi studia la società di cui è diventato SOCIO (rileggi la definizione) e ne conosce a menadito progetti, prospettive, business plan, il managment ed annessi e connessi.

Se fai parte della prima categoria sei assimilabile ad un giocatore d’azzardo: ti siedi al tavolo, indichi un numero perchè è il giorno del tuo compleanno (o perchè un amico ti ha dato quel numero come certo e sicuro), chiudi gli occhi ed aspetti che la pallina si fermi. Inoltre, altra caratteristica che ti assimilerebbe ad un giocatore d’azzardo (e parlo per esperienza avendo fatto il direttore di una sala di scommesse per alcuni anni) dici solo quando vinci nascondendo le sberle “che per tua natura normalmente attirerai” (scusi Maestro per la citazione) ed essendo spesso ignaro dei costi di “giocare a comprare le azioni” ovvero i costi delle transazioni (percentuali e minimi), del deposito titoli (semestrali e diversi per “nazionalità” del titolo comprato) e delle mille altre opzioni e possibilità che il mondo delle azioni offre.

Sì, perchè, come ho scritto sopra, la verità sta nel mezzo: da un grande rischio si può cogliere una grande opportunità (e senza che tu sia Peter Parker).

La borsa, i mercati, soprattutto quelli azionari, sono rappresentativi della vita reale.

Mi spiego meglio: i titoli che compongono i vari indici non sono altro che la rappresentazione delle aziende che ti/ci circondano. Ora, per esempio, con un rapido giro di occhio attorno a me vedo Apple, HP, Mattel (la mia scrivania è nella stanza dei giochi dei bimbi), Brail, American Express, ecc. Già solo queste aziende rappresentano una gran parte degli indici di Borsa.

Ma con questo cosa voglio dire (Paolo Cevoli alias l’Assessore Palmiro Cangini di Zelig, docet)

Quello strumento rischioso e spesso misterioso se preso da solo diventa un’opportunità se preso a grandi dosi (aspetta l’articolo sulla Diversificazione e mi spiego meglio).

Il trend, nel lungo periodo (dai 10 anni in su) è sempre positivo.

Se è vero quello che ho scritto sopra, ovvero che le aziende di borsa le hai attorno a te è vero anche che, statisticamente, non c’è una generazione che stia “peggio” della precedente. I tuoi genitori alla tua età quante TV avevano (e di che tipo)? quante auto avevano? Come era la medicina (io ho 35 anni e le ecografie quando mia mamma era incinta si stavano affacciando appena)? L’alimentazione? Non parliamo della tecnologia…tutte aziende inserite negli indici di borsa!

Molte di queste aziende vanno e vengono, nascono e muoiono (conosci l’esempio della Kodak? sai che è fallita?) quindi diventa FONDAMENTALE la DIVERSIFICAZIONE

Riepilogando.

Le Azioni sono un grande strumento, ma devi saperlo usare (credo che un paragone con il fuoco sia perfettamente calzante).

Il singolo titolo è una scommessa, un azzardo, un Giano Bifronte, ti può sorridere o meno

La diversificazione, l’affidarsi a professionisti che possano indirizzarti verso dei fondi comuni che ti supportino nel raggiungere i TUOI obiettivi rispettando la TUA propensione al rischio ed il TUO orizzonte temporale diventa un’opportunità da cogliere e da gestire.

Scegli: rosso e nero o ci sediamo e parliamo di te?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...